Lascia che raddoppia… i vincitori!

Written by Alessia la Boss. Posted in Contest, eventi, Festeggiamenti

Ed eccoci a proclamare i vincitori della finalissima di Lascia che Raddoppia disputata ieri sera.

Eravate in 14 e tutti agguerriti, le domande proposte riguardavano tutte le categorie della fase eliminatoria ed avevano un livello di difficoltà maggiore, ma non ci avete deluso e siete stati bravissimi.

 

Queste le risposte (premetto che abbiamo accettato anche risposte ben più sintetiche di queste e dato un mezzo punto a quelle non propriamente complete):

  1. La farina di grano duro è classificata a seconda della granulometria e si divide in semola, semolato, semola rimacinata, farina di grano duro (quest’ultima ha la consistenza impalpabile della farina di grano tenero nonostante il colore ambrato)
  2. la farina di riso essendo una farina senza glutine forma una specie di serbatoio per l’umidità e trattenendo l’acqua ne evita la dispersione che si manifesta spesso in chiazze più bianche che si notano sulla fetta
  3. In una pasta madre sono presenti lieviti anche di tipo diverso rispetto a quelli del ceppo sei Saccaromiceti e lattobacilli
  4. Una pasta madre solida dopo il rinfresco dovrebbe arrivare quasi a triplicare (Montanari parla di una crescita di 2,7 volte rispetto al livello iniziale)
  5. Lo sviluppatore del lievitario è Denis Ironi
  6. Il ‘water roux’ anche detto metodo thang zong o gelatinizzazione degli amidi, è un preimpasto che ci permette di avere panificati con morbidezza maggiore: si mischia acqua e farina in proporzione 5:1 e si mette al fuoco fino ad una temperatura di 65 gradi unendolo poi all’impasto vero e proprio dopo raffreddamento
  7. Le pieghe Stretch and Fold sono pieghe che ci permettono di incordare impasti piuttosto idratati. Possono essere fatte sul piano o in ciotola e consistono nel tirare e ripiegare su se stesso l’impasto in modo piuttosto rapido
  8. Per mantenere in acqua si dovrebbe immergere il lievito in un quantitativo di acqua pari al suo triplico in contenitore con capienza quintupla
  9. Massari pirla l’impasto panettone in aria senza poggiarlo sul piano
  10. Tradizionalmente, gli esponenti della cosiddetta scuola milanese tengono il lievito legato 11) Secondo il disciplinare un panettone dovrebbe contenere almeno il 20% di uvetta e scorze di agrumi candidi 12) Il pandoro andrebbe deposto nello stampo con la chiusura di lato
Io ed Amelia abbiamo immediatamente provveduto alla correzione dei form, ma a parte l’ora tarda e la stanchezza, a rallentare il nostro lavoro ci sono state anche le risate, visto che alcuni partecipanti ci hanno dato risposte davvero memorabili.
Non posso quindi esimermi dall’incollare le risposte date alle suddette domande da parte di una delle finaliste…
1. Spesso prediletta per far la pasta. Semola, semola rimacinata e semolino. (Da quella al dente a quella alla dentiera XD)
2. Per via degli amidi che non congelano. Ma anche perché il riso fa buon sangue, almeno se non la riprendi e resta un mattone, ti ci fai una risata XD
3. Batteri lab lattici e acidi. Poi ci può finire di tutto, se hai smarrito le chiavi della macchina è probabile che si trovino lì! XD
4. Quasi il triplo. Poi dipende dalla farina, dall’umidità, dal segno zodiacale, dall’ascendente e da quanti batteri pesca nell’aria XD
5. Alessia Bertoncini detta La Boss (spero l’abbia sviluppato lei, anche se in realtà essendo un’app non scaricabile, immagino che chiunque l’abbia fatto, ha delle buone conoscenze informatiche, che Bill Gates scansati, qui abbiamo di meglio!) XD
6. Un procedimento che permette di conservare più a lungo il lievitato, di ottenere un prodotto più morbido, in grado di assorbire meglio l’acqua. Si fa facendo gelificare farina e acqua sul fuoco (si cucina fino a che non scrive). Quindi, non è vero che un impasto viene bene senza sapere né legge né scrivere! XD
7. Tira&piega. Prendi un lembo, tiri allungandolo e pieghi al di sopra. Ripeti per i 4 lati e, al formarsi dei 4 angoli ripeti anche su quelli. Servono ad asciugare un impasto, a tonificarlo e renderlo tenace ed elastico. Poi se gli paghi anche l’abbonamento fitness avrai un impasto più in forma XD
8. Prendi il contenitore più grande che hai in casa o sacrifichi una parte di madre XD Va beh, prendilo 4 volte la madre solida e prega che basti!
9. Senza tarocco, lo piega tipo lenzuolo e poi lo arrotola e poi chiama i collaboratori e tutti in cortile a giocarci a palla!
10. Direi legato. Con i contributi dell’8% (per mille in realtà) XD
11. 15-16% ma più ce ne stanno, più umido a lungo si mantiene
12. Col pizzicotto o appoggiato, levando lentamente le mani (smontandole momentaneamente dalle braccia e rimontandole seguendo le istruzioni prima di infornare!) XD

Se in uno dei prossimo contest faremo una cosa alla Zelig, di certo già abbiamo il vincitore!!!
Maria S. sei stata troppo forte ahahhaha

A proposito di simpatici, vorrei anche segnalare colui che durante la fase eliminatoria, alla domanda sul perché del capovolgimento del panettone ha detto che i panettoni si afflosciano con l’umidità e svengono, ma a testa in giù non crolla loro la pressione…

Ma veniamo ai tanto attesi risultati finali.

Ieri sera abbiamo fatto i nomi dei primi tre in classifica, poi Amelia si è rinvenuta di aver saltato le risposte di una delle partecipanti (tutte esatte peraltro), quindi la news della mezzanotte e passa è stata che l’annunciato terzetto fosse diventato quartetto.

Sarà all’interno di questo quartetto che sto per assegnare i nostri premi.

Squillo di trombe…

Rullo di tamburi….

Eccoci ad annunciare il QUARTO PIAZZAMENTO…

ha indovinato 11 risposte su 12 e consegnato il form in 6 minuti e 3 secondi…

dopo il secondo controllo delle risposte sarebbe risultata fuori dal podio, ma abbiamo deciso di premiarla ugualmente, assegnandole il premio che le era stato già destinato come terza classificata…

A te Stefania R. assegniamo un canovaccio con il logo del gruppo!!!

Ma passiamo oltre…

Eccoci alla MEDAGLIA DI BRONZO…

E’ stata una cecchina visto che ne ha indovinate 12 su 12 in 32 minuti e 29 (insomma se l’è presa comoda ma aveva indubbiamente studiato )

Grandissima Maria Z.!!!

Il canovaccio a te destinato te lo consegnerò a mano, visto che avremo modo di incontrarci a breve a Bologna!!!

E arriviamo al SECONDO POSTO, sempre con 12 risposte giuste…

esso va a Daniela B., una new entry del Gruppo che evidentemente si è subito ambientata benissimo e che è stata anche un razzo visto che ha consegnato le risposte in 8 minuti e 30 secondi!!!

A te una presona con logo cucita dalle mie mani 😉


Ma adesso gli applausi di tutti i 42mila sono per Elena T. che ha dato le 12 risposte esatte nel tempo più breve (6 minuti e 31 secondi) e che si aggiudica uno splendido grembiule!!!

Solo noi admin avevamo potuto finora indossarlo visto che la campagna grembiuli di alcuni anni fa aveva distribuito grembiuli con la F di Facebook senza il nostro logo, quindi ci auguriamo che tu apprezzi l’esclusiva che a breve ti invieremo.

Concludo ringraziando di cuore tutti i partecipanti e visto che anche stavolta avete risposto con calore e partecipazione al nostro contest promettiamo stavolta di non farvi aspettare troppo per il prossimo giochino… 😉

Tags:

Trackback dal tuo sito.

Commenti (1)

Lascia un commento